Sapevatelo Time! 10 curiosità su Star Wars “Una nuova speranza” che forse non conoscete

Star-Wars-Episode-IV-–-A-New-Hope-Wallpaper-4.jpg

Siamo tutti in fibrillazione per l’uscita del nuovo capitolo di Guerre Stellari. Per rendere meno noiosa l’attesa iniziamo un ciclo di “Sapevatelo Time” dedicato a Luke Skywalker e soci. Iniziamo con il primo episodio della trilogia originale. Uscito nelle sale americane nel lontano 1977 con il titolo di “Star Wars”, nel 1999 venne rinominato “Star Wars: Episodio IV – A New Hope”, con l’arrivo della seconda trilogia prequel. 

1) Un successo inaspettato
Younger_days_of_Spielberg_and_Lucas
George Lucas era così certo del flop di Guerre Stellari che non si scomodò di andare alla prima del film. Preferì andarsene alle Hawaii con Steven Spielberg dove buttarono giù la bozza per i “Predatori dell’Arca Perduta”.

2) Casa dolce casa                                                                                        Starwars-tatooine

Le riprese per il pianeta Tatooine vennero fatte nel deserto della Tunisia. Durante il primo giorno di riprese si verificò il primo temporale in oltre cinquant’anni. Le case che vennero costruite per il set sono ancora lì e vengono utilizzate dagli indigeni.

3) Le parole sono importanti
Star_Wars_Celebration_V_-_Jedi_Training_Academy_(4941009008)
La parola “Jedi” deriva dal giapponese “jidaigeki” che si traduce come “dramma storico.” Un jidaigeki è un programma televisivo/ soap opera ambientato durante l’era Tokugawa. George Lucas ha menzionato in un’intervista di aver visto un programma jidaigeki in TV durante un viaggio in Giappone un anno prima e colpito dal suono di quella parola decise di utilizzarla per il suo film.

4) Giappone mon amour
kabuto2
Il Giappone ha influenzato anche la creazione di alcuni personaggi. Come Darth Vader, perfetta sintesi iconica del Cavaliere Nero occidentale e del samurai. La natura di cyborg del personaggio, metà uomo e metà macchina, richiama anche l’immagine del robot, che proprio in terra giapponese  ha trovato fertile terreno negli anni Settanta.

5) Prima il cattivo, poi il resto
darth vader mini

Lucas creò prima Darth Vader e poi lavorò alla sceneggiatura. Nonostante questo, il Sith appare sullo schermo per soli dodici minuti.

6) Tritarifiuti
star wars tritarifiuti

Durante le riprese della scena nel tritarifiuti Mark Hamill, nei panni del personaggio di Luke Skywalker, trattenne il fiato per così tanto tempo che gli scoppiò un vaso sanguigno su un lato del volto.

7) Guerre stellari indiane

Star Wars è stato l’unico film ad essere tradotto in lingua Navajo.

8) Chewbacca canino
3614259239_17eb02c7c5_o.jpg

Il wookie Chewbacca, inseparabile braccio destro di Han Solo, è stato ispirato al cane di George Lucas, un Alaskan Malamute. Il suo nome? Indiana. Al suo nome si ispirò anche per Indiana Jones, come scopriamo in “Indiana Jones e l’Ultima Crociata”.

9) Astronavi sosia
Millenium-Falcon-Originale

L’astronave che si vede all’inizio del film era pensata per essere il Millenium Falcon, ma venne scartata perché troppo simile all’astronave di Spazio:1999.

10) La lingua di Greedo

greedo-and-han-solo
La lingua che parla Greedo è un linguaggio sudamericano chiamato “quechua”.

Se questo articolo ha risvegliato la Forza che è dentro di voi, commentatelo, condividetelo ed iscrivetevi alla pagina Facebook.

Stay nerdish, stay foolish!

Annunci

Un pensiero su “Sapevatelo Time! 10 curiosità su Star Wars “Una nuova speranza” che forse non conoscete

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...