Daredevil 3. La recensione

copertina daredevil 3

Non ci sono dubbi. La miglior serie Marvel su Netflix è Daredevil. La terza stagione, con i suoi tredici episodi, lo conferma in toto. Nonostante serie dei supereroi “urbani” come Iron Fist e Luke Cage non siano state rinnovate, il Diavolo Rosso di Hell’s Kitchen ha ancora tanto da dire.
Se volete continuare la lettura… sappiate che potrebbero esserci degli spoiler letali!
La vicende prendono spunto da “Rinascita” di Frank Miller e David Mazzucchelli, uno dei cicli più iconici del Cornetto.
daredevil rinascita fumetto
Più che una terza stagione, potrebbe essere considerata una quarta.

attore daredevil

Già perché The Defenders, la serie crossover con Luke Cage, Jessica Jones e Iron Fist, altro non è che il seguito ufficioso della seconda stagione. Dopo la perdita di Elettra e aver sconfitto La Mano, il giovane Matt (Charlie Cox) si ritrova ferito (in tutti i sensi), abbandonato, indebolito. Distrutto.

suora daredevi

E si rifugia nella chiesa di Hell’s Kitchen, affidato alle cure di Suor Maggie (Joann Walley), depositaria di uno dei segreti più importanti per la vita di Matt,
Lantom
e Padre Lantom (Peter McRobbie): due personaggi che rappresentano i grilli parlanti di Matt.

Una stagione che inizia lentamente, di pari passo con il suo protagonista che pian piano deve ricostruire i cocci di se stesso, della sua fede, delle sue relazioni, e del suo alter ego.
kingpin donofrio
Una stagione corale dove protagonista è non solo Matt Murdock, ma anche Wilson Fisk, alias Kingpin, con un Vincent D’Onofrio magistrale, come sempre, che ci regala il miglior antagonista del Marvel Cinematic Universe;

karen page

ma anche Karen (Deborah Ann Woll), di cui scopriamo qualcosa in più sul suo turbolento passato, si fa prepotentemente spazio tra i comprimari di punta dello show;

daredevil-3-foggy-haircut
Foggy Nelson (Helden Henson), che si affranca definitivamente da Matt rivelandosi un personaggio carismatico;

agente fba daredevil
Ray Nadeem (Jay Ali), agente dell’FBI, forse la new entry più interessante di questa season: un uomo dai solidi principi ma che si ritrova invischiato nel marcio e che deve rimettere tutto in discussione;

bullseye daredevil

e poi, last but not least, l’agente Ben Pointdexter (Wilson Bethel), nome in codice Bulleseye, la nemesi perfetta per Daredevil.

Insomma, questa stagione potrebbe essere tranquillamente essere chiamata “Hell’s Kitchen” e nessuno avrebbe da ridire.

Un viaggio nella psiche dei personaggi, ma anche un caleidoscopio di scene d’azione memorabili: una su tutte, quella della fuga dal carcere, con una coreografia da dieci e lode. E poi sangue, tanto sangue! Uno dei motivi per cui Daredevil ci piace è perché non è un superuomo, ma una persona “normale” (le virgolette sono d’obbligo) che accusa ogni colpo che riceve, uscendo quasi sempre malconcio da ogni incontro.

Se ancora non avete recuperato la serie, rimediate quanto prima. Non ve ne pentirete!

Se l’articolo vi è piaciuto, commentatelo e condividetelo. E non dimenticate il like alla nostra pagina Facebook!

Stay nerdish, stay foolish!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...