Sapevatelo Time! 10 curiosità su Il Ritorno dello Jedi che forse non conoscete

movie-star-wars-episode-vi-return-of-the-jedi-_219181.jpg

Continuano i post sulle curiosità dedicate ai film di Guerre Stellari. In questo post analizziamo il terzo capitolo della trilogia originale: Il ritorno dello Jedi. 
1. Il costume di Leia
tumblr_inline_nyuhme1rJj1sl6jqt_500
Carrie Fisher si era sempre lamentata dei suoi vestiti lunghi nei primi due film perché – a parer suo – non la facevano sembrare abbastanza donna. Il bikini metallico dorato indossato nella scena iniziale alla corte di Jabba the Hut è diventato uno dei vestiti più iconici del cinema. La costumista Aggie Guerard Rodgers ha preso ispirazione dalle illustrazioni fantasy del maestro Frank Frazzetta.

2. L’ewokese
maxresdefault.jpg
Sembrerebbe che la lingua parlata dai simpatici Ewok altro non sarebbe che tibetano parlato a rapida velocità.

3. La vendetta dello Jedi
Revenge_of_the_jedi_poster
Inizialmente il terzo capitolo era stato chiamato “The Revenge of the Jedi”, tanto che uscirono persino dei poster con quel titolo. Ma i produttori, dopo attenta riflessione, decisero di cambiare titolo perché un Jedi non cerca vendetta: quelli semmai sono i Sith. E infatti l’episisodio III si intitola “La vendetta dei Sith”.

4. La canzone degli Ewok
Ewok_Celebration
La canzone “Ewok Celebration2 scritta da John Williams, meglio nota come “Yub Nub”, viene cantata alla fine del film dagli Ewok attorno ai protagonisti della saga. Il testo ewokese fu scritto da Ben Burtt, mentre la versione inglese dal piccolo Joseph, figlio di John Williams. Nella “special edition” questa melodia venne sostituita dalla “Victory Celebration”, sempre ad opera dello stesso Williams.

5. Ritocchini
maxresdefault
Ad ogni nuova edizione della saga sono stati aggiunti sempre più effetti speciali, ridefiniti gli sfondi e tanto altro ancora. Una delle modifiche più lampanti rimane quella della scena finale del Ritorno dello Jedi. Nella versione originale l’Anakin redento viene impersonato dall’attore Sebastian Shaw. In quella del 2004, sull’onda della seconda trilogia, il papà di Leia e Luke viene interpretato da Hayden Christensen.

6.  Incassi
maxresdefault (1)
Nel 1983 il film incassò 250 milioni di dollari con un budget di 32 milioni. Con la riedizione nel 1997 ne ottenne altri 40.

7. Il Rancor
SWCA_-_Rancor_(16580445344).jpg
Il mostruoso rancor che il buon Luke deve affrontare all’inizio del film è stato doppiato da un cane bassotto.

8. Sotto mentite spoglie
Family_Guy__Blue_Harvest_by_tonyrom.jpg

Per evitare che i fan invadessero le scene la troupe e prezzi di affitto troppo alti, alcune scene del film vennero girate con il falso nome di “Blue Harvest”. La parodia dei Griffin che omaggia la saga di George Lucas ha proprio questo nome. “Blue Harvest” è anche il titolo di una punta del cartone dedicato agli Ewoks.

9. Il costume di Jabba
2702554031_25c9497a3a_b.jpg
Tre mesi di lavoro, 1000 chili e 500mila dollari: sono questi i numeri per il costume di Jabba the Hutt.

10. Oscar
3893586483_c3de2fd6e7_b
Il film ricevette la nomination per la migliore scenografia, miglior sonoro, miglior montaggio sonoro e miglior colonna sonora. Riuscì ad ottennere l’Oscar speciale per gli effetti speciali.

Stay nerdish, stay foolish!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...