Shirobako, un anime sugli anime

Shirobako_Promotional_Poster

Vi siete mai domandati come si realizza un anime? Cosa c’è dietro le animazioni dei vostri cartoni preferiti? C’è un vero e proprio mondo, ci sono delle persone, che sono disposte a lavorare con ritmi massacranti e con paghe misere per seguire la loro passione.  Tutto questo viene raccontato in Shirobako dello studio P.A. Works. E’ la storia di cinque ragazze che, dopo aver realizzato un breve cortometraggio come membri del club di animazione del liceo, decidono di riunirsi una volta adulte per realizare un anime completo. Aoi, sogna di diventare animatrice, così come Ema e Misa. Shizuka, invece, vuole diventare una doppiatrice, mentre Midori aspira ad essere una sceneggiatrice.

Don-don-doghnuts!
                Don-don-donuts!

Cinque anni dopo, tre di loro riescono ad entrare nell’industria dell’animazione. Aoi, la protagonista, è diventata un’assistente alla produzione in una piccola azienda dal glorioso passato. Ema, lavora nella stessa compagnia come animatrice. Misa lavora come animatrice 3D. Shizuka stenta a diventare una doppiatrice e nel frattempo lavora come cameriera in un locale e Midori aspetta di diplomarsi e non ha idea di come diventare sceneggiatrice. Ma non lasciatevi ingannare dalle immagini. Questo anime non parla di ragazze carine che fanno cose carine. Shirobako è il miglior anime sugli anime che voi possiate mai vedere, e fa un ottimo lavoro informandoci su tantissimi aspetti della realizzazione di un cartone animato giapponese. Soprattutto ci sono molti punti di vista: quello del character designer, la disputa tra 2D e CGI, il blocco dello scrittore (in questo caso il regista), o di come sia infernale fare l’adattamento di un manga (soprattutto se ancora in corso). Un aspetto più interessante è che ogni riferimento a fatti e persone… non è puramente casuale! Date un’occhiata!
tbnpdo582ibfzlqf1tr4Il regista Seiichi Kinoshita è ispirato a Seiji Mizushima il regista di Full Metal Alchemist e di Gundam 00.

ycnv9wgnmmgvkxyuxl2sMasahito Murakawa, il cordiale presidente della Musashino Animation, prende spunto dal Musao Murayama, cofondatore del leggendario MadHouse Studio. Così come la sua controparte animata Maruyama è un vecchietto il cui entusiasmo per l’animazione non è mai scemato.

skyjgpz3phtjrrooznloYoshikazu Inanami, direttore del suono è ispirato a Yoshikazu Iwanami il quale ha lavorato ad anime come  Blood-C, Ghost in the Shell: Arise, JoJo’s Bizarre Adventure.

vknc0qf5g7qo15sq9qma
L’eccentrico Mitsuaki Kanno altri non è che Hideaki Anno il creatore di Neon Genesis Evangelion.

fzmaibnnwztsrikrd5aj
Saborou Kitano è l’alter ego di Ichiro Itano, famoso per le cd “Itano Circus” (cercatele sul Tubo), ossia delle sequenze mozzafiato dei missili dei mecha. Questoleggendario animatore è incluso nell’anime come l’animatore veterano che è passato dal  2D al 3D. La stessa identica cosa è successa nella realtà.

rtxouoxjxew8jblbznny
Questo occhialuto personaggio è Shiro Hamaguchi, compositore di One Piece e dello stesso Shirobako.

La carrellata presentata è solo una parte dei personaggi tributati nell’anime. Ma adesso una domanda pratica. Quanto si guadagna a lavorare in un anime? Tutto dipende dal ruolo svolto. Se volete togliervi la curiosità date un’occhiata al grafico qui sotto.

shirobako salary
Un semplice animatore guadagna una miseria: solo 9400 dollari all’anno, mentre nel gradino più alto troviamo i doppiatori che, se famosi, posso arrivare a guadagnare 600mila dollari all’anno!

Se l’articolo vi è piaciuto fatecelo sapere commentando, condividendo. E non dimenticate di iscrivervi al blog e alla pagina Facebook.

Stay nerdish, stay foolish!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...