I dieci manga più lunghi in circolazione

jump characters

Per il post di oggi lo chef propone una sorta di Sapevatelo TIme! sui manga. La quantità di manga presenti in Italia è considerevole. E sono solo una minima parte di quelli pubblicati in Giappone. Vi siete mai chiesti però quali siano le serie più lunghe? In caso di risposta negativa, chiedetevelo. In caso di risposta positiva, oggi è il vostro giorno fortunato. In entrambi i casi continuate a leggere. Una precisazione: analizzeremo i dieci manga più lunghi, non i più longevi. Non sempre le due cose coincidono; è una lezione che ci hanno insegnato gli astri di pigrizia giapponesi (non sapete chi sono? Cliccate QUI immediatamente!).  Si apra il sipario…

sipario

Kochira Katsushika-ku Kameari Kōen Mae Hashutsujo
kochikame

Se riuscite a leggere il nome di questo manga, i miei complimenti. Meglio conosciuto come “Konichikame” e con all’attivo 193 tankobon questo manga è serializzato ininterrottamente fin dal 1976 dall’instancabile  Osamu Akimoto sulla rivista Weekly Shonen Jump. La serie ruota attorno alle vicende del poliziotto Kanikichi Ryotsu – meglio noto come Ryo-san – e le sue disavventure.

Dokaben
dokaben
Un’unica grande storia di baseball ma suddivisa in più serie: DokabenDai Kōshien, Dokaben Pro Baseball Story,  Dokaben SuperStars Story Dokaben Dream Tournament per un totale di 184 volumi.  Serialzzato su Weekly Shonen Champion dal 1972 questo spokon di Shinji Mizushima segue le vicende di Taro Yamada e i suoi compagni di squadra.

Golgo 13
Golgo
Un killer a pagamento, un passato misterioso, e il suo fido fucile M16: questi gli elementi essenziali per il  seinen di  Takao Saito pubblicato sin dal 1969. 175 volumi e non sentirli.

Minami no Teiō
minami-no-teio

Nonostante sia un manga relativamente recente, l’opera di Dai Tennoji e Rikiya Go, serializzata nel 1992 consta ben 182 volumi. Le vicende ruotano attorno a Ginjirou Manda, un uomo d’affari soprannominato il “demone di Osaka” per via dei tassi usurari applicati ai suoi clienti.

Cooking Papa
cooking-papa

Iniziato nel 1985 su Weekly Morning l’opera di Tochi Ueyama è il quinto manga più lungo della storia. In 130 volumi vengono narrate le vicende di Araiwa Kazumi, un impiegato con la passione per la cucina. Piccola curiosità: alla fine di ogni capitolo è presente la ricetta del piatto cucinato dal protagonista.

Baki the Grappler
baki the grappler
Come potrete intuire dalla copertina qui sopra la serie si basa sui combattimenti e personaggi con muscolature ipertrofiche. Baki è un ragazzo il cui unico scopo è vendicare la madre uccisa dal padre. Il problema è che il paparino è l’uomo più forte del pianeta e dovrà confrontarsi con avversari via via più forti per potersi migliorare. Il manga di Keisuke Itagaki ha visto la luce nel 1991 su Weekly Shonen Champion con Grappler Baki per poi continuare con altre tre serie per un totale di 121 volumi.

Le bizzarre avventure di Jojo
cover_jojo
Poche righe non basterebbero a descrivere questo manga. Una saga generazionale, otto serie, 112 volumi e una capacità di rinnovarsi ineguagliabile per questo shonen (adesso è un seinen) iniziato nel 1986. Non a caso il suo autore, Hiroiko Araki, è soprannominato “il Genio”. Ne riparleremo presto.

Nijitte Monogatari
nijitte monogatari
Opera di Kazuo Koike e Satomi Koe, questo manga è ambientato nel Giappone feudale. È composto da due serie per un totale di 111 volumi.

Oishinbo
oishinbo-cover

Se un giapponese esclamerà “Oishi!” dopo aver mangiato le vostre lasagne significa che le avete cucinate bene. “Oishinbo” è il risultato della parola “oishii” e “kuishinbo” (che indica i buongustai). Personaggi caratterizzati da un tratto semplice ed essenziale fanno da contraltare ai piatti della cucina giapponese estremamente particolareggiati: questi sono gli ingredienti del seinen di Tetsu Kariya e Akira Hanasaki. Un vero fumetto cult in Giappone sin dal 1983. Dopo 111 volumi la ricerca di Shiro Yamaoka e Yuko Kurita per il menù perfetto per il centenario del Tozai News non è ancora conclusa. Una piccola curiosità: nel 2014 il manga è stato sospeso in seguito ad un controverso episodio riguardante il disastro nucleare di Fukushima.

Hajime no Hippo
hajime no ippo

Un manga sulla boxe realizzato da George Morikawa. Il plot per questo manga iniziato nel 1989 e all’attivo 109 volumi è abbastanza semplice: Magunochi Ippo è un timido ragazzo che frequenta il liceo. Dopo essere stato picchiato da una banda di bulli e tratto in salvo dal pugile Takamura decide di dedicare la sua vita alla nobile arte per antonomasia.

Vi ricordiamo che, a parte Le bizzarre avventure di Jojo, nessuno di questi manga è stato pubblicato in Italia. Di conseguenza dovrete leggere le scan pirat imparare il giapponese e ordinare i volumi in questione direttamente dal Giappone.

Stay nerdish, stay foolish!

Annunci

3 pensieri su “I dieci manga più lunghi in circolazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...