Sapevatelo Time! 10 curiosità sull’Esorcista che forse non conoscete

The-Exorcist-in-clay

Nel 1973 esce nelle sale cinematografiche un film che ha fatto la fortuna dei produttori di detersivi, dei negozi di intimo e degli psichiatri: l’Esorcista di William Friedkin. Se siete dei deboli di cuore sconsigliamo vivamente la lettura di questo post.

1. A doppiare Linda Blair posseduta è stata un’altra persona
mccambridge

Mercedes McCambridge è l’attrice che ha doppiato il personaggio di Regan MacNeil da indemoniata. Per rendere più tetra la sua voce il regista Friedkin gli impose di fumare quotidianamente tre pacchetti di sigarette, scolarsi del whisky e mangiare esclusivamente uova crude e mele acerbe. In fase di postproduzione alla sua voce furono aggiunte le tracce di uno sciame di api, grida di maiali al macello e le urla di un ragazzino sottoposto ad esorcismo. Solo dopo varie bagarre all’attrice è stato riconosciuto il diritto di veder comparire il suo nome tra i titoli di coda.

2. L’anteprima romana non iniziò sotto i migliori auspici
vaticano_
La prima del film in Italia si tenne al Metropolitan di Piazza del Popolo. Il giorno prima un fulmine colpì la croce di una cupola di una delle chiese che si trova nei pressi.

3. Il linguaggio sboccato del film lasciò senza parole uno degli attori
max-von-sydow-e-jason-miller-durante-lesorcismo

La scena in cui la piccola Linda Blair insulta padre Merrin lasciò senza parole l’attore Max Von Sydow che si dimenticò le battute da recitare.

4. Il volto del demone è di una donna
pazuzu
Può sembrare paradossale ma una delle scene più inquietanti del film dura pochi millesimi di secondo. Durante il sogno di padre Karras e nell’esorcismo appaiono pochi frame raffiguranti un inquietante viso bianco: il demone che si è impossessato della piccola Regan. Nonostante il nome non venga mai rivelato il demone in questione è Pazuzu, re dei diavoli nella mitologia assiro-babilonese.

5. Magritte ci ha messo lo zampino
the-exorcist-magritte

Una delle scene più famose del film, usata anche per la copertina della locandina, è ispirata al quadro “L’impero delle luci” disegnato da Magritte nel 1945.

6. Le persone dell’ospedale psichiatrico erano dei veri pazienti
theexorcist

Molte donne che appaiono nella scena in cui padre Karras visita sua madre a Bellevue erano dei veri pazienti con disturbi mentali. Friedkin riprese parte della scena con delle telecamere nascoste.

7. Nel film appare una richiesta di aiuto in giapponese
tasukete-exorcist

La scritta “tasukete”, che in giapponese significa “aiuto” appare nella scena in cui i tecnici audio analizzano la voce dell’indemoniata Regan scoprendo che il demone parla al contrario.

8. È stato il primo film horror candidato al premio Oscar
linda-blair-smiling
L’accademia degli Oscar non ha mai provato molta simpatia nei confronti del genere horror. Nel 1974 però L’esorcista ottenne dieci nomination vincendone due. Il film ha anche vinto quattro Golden Globe e molti altri premi.

9. Un borsellino è stato utilizzato per gli effetti sonori
esorcista-testa-che-gira

Gonzalo Gavira è stato l’autore di uno degli  effetti sonori più memorabili: la testa girevole a 360 gradi di Regan. Il suono è stato creato sbattendo su un microfono un vecchio borsellino di pelle dei uno dei membri della troupe.

10. Un suicidio ha fatto guadagnare qualche spiccio a degli studenti
father-karras-death
Per girare la scena in cui padre Karras muore buttandosi da una finestra, fu fissato un strato di gomma piuttosto spesso nei 75 scalini di M Street a Georgetown. Lo stuntman si gettò due volte. Gli studenti della Georgetown University facevano pagare 5 dollari a tutti coloro che fossero interessanti a vedere quelle scene dal tetto.

Se questo post vi ha terrorizzato oltremodo, condividetelo, commentatelo… esorcizzatelo!

Stay nerdish, stay foolish!

Annunci

3 pensieri su “Sapevatelo Time! 10 curiosità sull’Esorcista che forse non conoscete

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...