Le comic strip più longeve. Prima parte

KatzenjammerKids1903-1

La vedete l’immagine qui sopra? Rappresenta i protagonisti della striscia a fumetti che vanta il record di longevità di pubblicazione. In questo post andremo ad analizzare le più vecchie  in corso tuttora in corso.

 The Katzenjammer Kids
Katzenjammer_Kids

Pubblicato in Italia sul Corriere dei Piccoli dal 1912 e conosciuto col nome di Bibì e Bibò, The Katzenjammer Kids è la striscia e il fumetto più longevo della storia. Creata dall’immigrato tedesco Rudolph Dirks e disegnata da Harold H. Knerr, apparve per la prima volta il 12 dicembre 1897 su American Humorist, supplemento domenicale del The New York Journal. Dirks fu anche il primo autore a utilizzare i balloon per far parlare i personaggi. Hans e Fritz (in italiano Bibì e Bibò), sono due bambini monell che vivono in un’isola tropicale, perennemente impegnati a fare scherzi al loro genitore e a sottrarre i dolci cucinati da Mama (in italiano La Tordella). L’ideazione strizza l’occhio agli immigrati di origine tedesca. Tutti i personaggi, infatti, parlano un ridicolo inglese, carico di germanismi e di inflessioni, simile, evidentemente, al gergo che doveva essere parlato dalla etnia tedesca negli Stati Uniti (“katzenjammer”  in gergo tedesco indica “le conseguenze di una sbronza”). La striscia è stata oggetto di una battaglia legale quando Dirks iniziò a disegnare per un quotidiano concorrente. La sentenza decise che la striscia sarebbe proseguita sul New York Journal affidata alle cure di Harold Knerr, mentre a Dirks venne concesso di proseguire il suo lavoro per la concorrenza a patto che ne cambiasse il titolo: dapprima chiamata  Hans and Fritz e poi The Captain and the Kids. Dopo la morte di Knerr (1949), la serie passa a Doc Winner, a Joe Musial e dal 1984 a Hy Eisman, che la porta avanti tuttora.

Gasoline Alley
gasoline alley

Creato da Frank King e attualmente disegnata da Jim Scancarellie apparso per la prima volta su Chicago’s Tribune il 24 novembre 1918 è la prima strip che mostra i suoi protagonisti invecchiare creando una vera soap opera.  Uno dei protagonisti principali Walt Wallet ha attualmente 115 anni e il suo figlio adottivo Skeezix ha una novantina d’anni, ha combattuto durante il secondo conflitto mondiale, si è sposato e avuto figli e nipoti. Per capire quanto siano stati grandi gli autori di quell’epoca e quanto sia stato importante il loro lavoro, basti pensare che anni dopo disegnatori come Hergè traevano ispirazione dall’arte e dallo stile di quelle tavole trasformandolo e attualizzandolo in quella famosa “ligne claire” che ancora oggi fa scuola in tutto il mondo. Non è raro, oggi, invertendo per gioco le parti, trovare in quei disegni dei primi del Novecento alcuni tratti e caratteri di affinità presenti in Tintin dieci, vent’anni dopo, (Skeezix in alcune tavole come quelle postate qui sopra, sembra davvero il ragazzo con il ciuffo di Hergè…) a simbolo di una continuità e di una evoluzione che si tramanda nel tempo come di padre in figlio.

Barney Google and Snuffy Smith
331eb-snuffysmith
Creato da Billy DeBeck nel 1919, apparì prima nella sezione sport del Chicago Herald Examiner come “Take Barney Google, F’rinstance”. Il protagonista era un fumatore di sigari, amante dello sport, del poker, a caccia di ragazze. Entro l’ ottobre di quell’anno, la striscia fu distribuita dalla King Features ai giornali in tutto il paese.
Nel 1934, Barney Google incontrò Snuffy Smith, un buzzurro che presto lo ha eclissato in popolarità. Non molto tempo dopo questo incontro, la striscia divenne nota come Barney Google e Snuffy Smith. Nel 1942, il fumetto è stato ereditato dall’assistente di lunga data di DeBeck : Fred Lasswell, che ha continuato a disegnare la striscia fino alla sua morte nel Marzo 2001. Lasswell, un maestro della gag visiva sviluppò i personaggi rozzi di Hootin’ Holler. John Rose, che ha disegnato la striscia per Lasswell, porta avanti la tradizione come vignettista della striscia dal 2001.

Popeye
braccio.di-ferro-personaggi

Meglio conosciuto nel Belpaese come Braccio di Ferro, Popeye fa il suo debutto il 17 gennaio 1929 sulle vignette giornaliere Thimble Theatre del King Features grazie alla fantasia di Elzie Crisle Segar. Il successo del personaggio sarà tale da cambiare il nome delle strisce in Popeye. 

Dick Tracy
dicktracy

Mascella squadrata, impermeabile, cappello giallo e una radiotrasmittente-orologio da polso. Sono questi i segni distintivi di Dick Tracy il personaggio di Chester Gould apparso il 4 ottobre 1931 sul Detroit Mirror. Il successo della striscia è dovuto a numerosi fattori, dalla accuratezza realistica nella descrizione dei procedimenti d’indagine alle insolite dosi di violenza ai gadget tecnologici di cui fa uso Dick Tracy (tra cui la famosa radiotrasmittente-orologio da polso). Ma fondamentale è l’inesauribile galleria di pittoreschi cattivi della serie, una sequenza di villains che ha fatto storia proiettando rapidamente alcuni personaggi nell’Olimpo dei malvagi da crime-story. Dick Tracy nasce durante il proibizionismo, tra gangster e criminalità reali, e costituisce quindi un baluardo di onestà con una precisa utilità sociale: un messaggio positivo sul lavoro delle forze di polizia americane. Il tempo sembra non scalfire il successo di Dick Tracy tanto che nel 2013,  grazie allo sceneggiatore Mike Curtis e il disegnatore Joe Staton, ha vinto un Harvey Award come Migliore striscia sindacata.

La prima parte finisce qui. Se siete curiosi di scoprire quali sono le altre strisce a fumetti ancora in corso continuate a seguire il blog. Se vi iscrivete vi avviserà un messaggio direttamente sulla casella di posta elettronica. Comodo, vero?

Stay nerdish, stay foolish!

Annunci

2 pensieri su “Le comic strip più longeve. Prima parte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...