Viaggio alla scoperta dei sottogeneri fantasy

mountains landscapes tower fire storm sauron eagles the lord of the rings fantasy art magic elves dw_www.wallpaperhi.com_64
Nell’ultimo post dedicato al fantasy (se ve lo siete perso, rimediate cliccando QUI) ho cercato di fare una dichiarazione di intenti: far conoscere a più gente possibile questo genere ed avvertire coloro che incautamente dovessero in esso imbattersi a desistere con tutte le loro forze nella lettura. Il fantasy, questo sconosciuto. Nella puntata di oggi parleremo dei sottogeneri del fantasy. Procedete nella lettura, se ne avete il coraggio.
Già vi immagino a bocca aperta dopo aver letto queste righe. Sì, il fantasy è diviso in sottogeneri. Tanti sottogeneri. Troppi sottogeneri. E questo spesso porta i lettori ad intavolare accese discussioni che sovente degenarano in scontri fisici. So bene che con questo post mi attirerò le ire dell’Anonima fantasy, una delle organizzazioni criminali più pericolose al mondo. Ma è per il bene della conoscenza che mi accingo ad illuminarvi su queste misteriose categorie.  Almeno quelle più importanti. Cominciamo!

the haunted vagina bizarro fictionBizarro fiction: una categoria abbastanza recente del genere. E anche una delle più assurde. Il termine viene coniato nel 2005 di comune accordo fra le tre case editrice più influenti del settore:  Eraserhead Press, Raw Dog Screaming Press e Afterbirth Books. Il genere “bizarro” è consigliato solo a chi fa uso massiccio di stupefacenti o comunque a tutti coloro che vogliano sballarsi senza incorrere in problemi giudiziari. Le sue tematiche principali sono sesso estremo, parafilia, feticismi di ogni sorta senza dimenticare la violenza splatter. Il tutto portato all’esagerazione e all’esasperazione ma con un certa dose di ironia e comicità.

neverwhereDark fantasy: gli esperti non sono ancora concordi se definirlo un sottogenere del fantasy o dell’horror. L’unica cosa certa è che un genere profondamente influenzato dai racconti di H.P. Lovecraft, Robert E. Howard e Michael Moorcock. Sua peculiarità è quella di essere ambientato non in un universo fantastico ma in contesti urbani. Tra gli autori più importanti ricordiamo Anna Rice autrice della saga Cronache dei vampiri con protagonista Lestat de Lioncourt (quello di Intervista col vampiro. Esatto).

bedlams-bardElfpunk: un sottogenere del sottogenere (WTF) che da noi non ha ancora attecchito. Il plot della maggior parte dei romanzi si basa sulle avventure di creature fatate, come fate ed elfi, che si ritrovano a relazionarsi in un contesto urbano.

Paranormal romance: è quello di Twilight.

blue_blooded_vamp_urban_fantasyUrban fantasy: qui iniziano le difficoltà. Le differenze con altri sottogeneri del fantasy,  come il dark fantasy, non è semplice. Ma forse potrei farvelo capire con un esempio. Avete presente Buffy l’ammazzavampiri? Ecco, l’urban fantasy è grossomodo così.

Fantasy fiabesco: sempre più difficile. Prendete gli elementi delle fiabe classiche o personaggi delle stesse e infilateli in un altro contesto. Oppure leggetevi i dissacranti libri di Mondo disco di Terry Pratchett per avere un’idea di come anche i fantasy possano fare ridere.

greatshadowmockupFantasy mitologico e mythpunk: Signore, dammi la forza. Un bel respiro. Sparatevi la definizione di Wikipedia! “Il mythpunk differisce dal fantasy mitologico perché quest’ultimo usa elementi mitologici senza fonderli con la nostra realtà. Nelle ambientazioni mythpunk, le creature mitologiche sono viste come normali e non creano stupore negli esseri umani. Spesso, inoltre, le creature mitologiche sono rielaborate in chiave moderna”. Non averei saputo dirlo meglio.

la spada di shannara copertinaHigh fantasy o fantasy epico. il fantasy come tutti noi ce lo immaginiamo. Il fantasy allo stato puro. Bene e Male con confini ben definiti, eroi senza macchia e senza paura e cattivi senza ombra di umanità o speranza di redenzione. Se state leggendo questo articolo è grazie a John Ronald Reul Tolkien e il suo Signore degli anelli. gallery_2_2_186991Il plot è il solito: un ignaro giovane di un villaggio sperduto viene scelto per portare a termine missioni suicide da qualche mago o altra figura carismatica. Con Tolkien è il mago Gandalf che infinocchia Bilbo e Frodo, con Terry Brooks e la sua saga di Shannara è il druido Allanon che circuisce gli Ohmsford, con La ruota del tempo di Roberto Jordan è l’Aes Sedai  Moraine a plagiare Rand, Matt e Perrin. E non dimentichiamoci della “compagnia”. Non deve mai mancare. Possibilmente composta da razze diverse. Il politically correct è nato con l’high fantasy.

timemachine-300x450Steampunk: come sarebbe stato il passato se il futuro fosse accaduto prima? Lo steampunk risponde a questa domanda.  Gli esperti nerd hanno a sua volta diviso il genere in Medieval steampunk, Victorian Steampunk e Western steampunk. Vi rendete conto? Un genere che vanta tra i sui maggiori esponenti Jules Verne, Mark Twain e H.G. Wells.

 michael_whelan_1-a_princess_of_mars-coverSword and planet: il fantasy ambientato su altri pianeti ma senza il rigore fantascientico. Per questo motivo è da non confondere con il planetary romance, sottogenere sci-fi. Il fondatore del genere è stato Edgar Rice Burroughs, il prolifico scrittore creatore di Tarzan e John Carter di Marte.

copertina libro conan il barbaroSword and sorcery o fantasy eroico: assieme all’high fantasy è uno dei generi più nutriti e più amati. Come si può evincere caratteristiche fondamentali dei romanzi sono eroi con spade, preferibilmente con poteri magiche, e tanta magia. Per risalire alla nascita di questo genere, o meglio sottogenere, dobbiamo tornare indietro al 1929 con la pubblicazione de Il regno fantasma di Robert E. Howard sulla rivista Weird Tales. Il romanzo il primo di una serie di romanzi ambientati in Atlantide con protagonista Kull il conquistatore. Ma Howard raggiunse la fama attraverso la creazione del personaggio e i numerosi romanzi dedicati a Conan il Cimmero apparso per la prima volta nel 1932 nel racconto  La fenice sulla lama. Il successo di Conan è talmente grande che ad esso sono dedicati numerosi fumetti Marvel, cartoni animati e film. Arrivando ai giorni nostri, una delle saghe più emblematiche è quella della Spada della verità di Terry Goodkind.n4560 Protagonista della serie è Richard Cypher, che da guida dei boschi dopo varie vicissitudini si ritrova ad essere Cercatore e detentore della Spada della verità e sovrano del regno del D’hara. Cambierà anche il cognome in Rahl visto che il padre si scoprirà essere il villain principale del primo libro: Darken Rahl. La saga in questione, è anche una delle più discusse e odiate dai fantasy-nerd di tutto il mondo. È evidente infatti come Goodkind più che aver preso ispirazione, abbia spudoratamente scopiazzato Robert Jordan e la sua Ruota del tempo. Un esempio su tutti: nella Ruota del Tempo ci sono le Aes Sedai e le Aes Sedai dell‘Ajah Nera mentre nella Spada della verità ci sono le Sorelle della Luce e le Sorelle dell’Oscurità. Inoltre, mentre i primi libri sono tutto sommato godibili, gli altri, ed è un’accusa che molti gli hanno mosso, sembrano essere stati scritti solo per convertire la gente al movimento oggettivista di Ayn Rand. Ne riparleremo. Promesso.

Siete sopravvissuti alla lettura? Il viaggio nel mondo del fantasy è solo iniziato!
Se vi è piaciuto l’articolo condividetelo su Facebook, Google Plus, Twitter oppure mettete un Mi piace. E non scordate di darci dentro con i commenti. Sono fatti apposta per quello.

Stay nerdish, stay foolish!

Annunci

5 pensieri su “Viaggio alla scoperta dei sottogeneri fantasy

  1. Questo articolo è anche molto interessante. È vero che potrebbe essere difficile a distinguere a quale generi appartiene una storia perché spesso le storie vengono miste tra alcune. Mi piace molto che hai messo “Twilight” nel sottogenere di “Paranormal Romance.” Devo ammettere che amo le storie d’amore, specialmente quando sono miste con fantasia, come “Twilight”. Sono felice che esiste quella categoria di “Paranormal Romance!” “The Lord of the Rings” non ho mai visto o letto ma è sicuramente sulla mia lista. L’hai messo nel sottogenere di High Fantasy, e ora il desiderio di leggerlo è molto più forte. Grazie! Amo questo articolo, è molto utile.

    Mi piace

  2. Davvero ben dettagliato! Mi piace questo articolo come tutti gli altri, e devo davvero farvi i miei complimenti, perché a volte le differenze sono talmente lievi che neanche autori affermati riescono a definirle.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...